News

20 Luglio 2021

Trend evolutivi degli approcci e dei modelli organizzativi nel mondo dell’edilizia

Presentato per la prima volta il 27 maggio nel corso dell’evento digital “Klimahouse Lombardia presenta BetheGap – verso l’edilizia 7D” organizzato in collaborazione con la Fiera di Bolzano, pubblichiamo oggi in documento “Trend evolutivi degli approcci e dei modelli organizzativi nel mondo dell’edilizia” come elaborato dagli economisti del CRIEL (Centro di ricerca sulla internazionalizzazione delle economie locali, Dipartimento di economia, Università dell’Insubria), Cesare Benzi e Andrea Kalajzic.

Lo studio, è stato svolto all’interno di Skillmatch Insubria, un progetto di ricerca Interreg che, oltre all’Università dell’Insubria, coinvolge anche altri quattro partner istituzionali, e che ha per oggetto l’analisi dei fenomeni di disallineamento tra le competenze domandate e offerte sul mercato del lavoro delle province di Varese, Como e Lecco e del Canton Ticino.

Premessa

Nel corso degli ultimi 25 anni il mondo dell’edilizia ha dovuto confrontarsi con una serie di shock, vincoli e opportunità che hanno profondamente influenzato, e continueranno a influenzare nel prossimo futuro, gli approcci e i modelli organizzativi degli attori che ne fanno parte. Nel nostro intervento delineiamo i trend evolutivi che, in base a una ricerca di campo condotta nelle province dell’Insubria italiana nell’ambito del progetto Interreg Skillmatch Insubria’, stanno caratterizzando il settore dell’edilizia, e forniremo alcune riflessioni sulle possibili dinamiche future che, in un’ottica di sostenibilità di lungo periodo, potranno interessare le molteplici dimensioni (7D) di cui si compone il processo edilizio.

Scopo della ricerca

Nel settore delle costruzioni, la nostra ricerca si è focalizzata sull’edificio, considerandolo non più in modo unitario, ma come un complesso sistema involucro/impianti la cui progettazione e realizzazione coinvolge una serie di competenze che, nel tempo, si sono non soltanto evolute, ma anche notevolmente ampliate in ragione dei cambiamenti di contesto che hanno interessato il mondo dell’edilizia.

Anche se la nostra analisi fa riferimento a studi di architettura, società di ingegneria, produttori di impianti e imprese di costruzioni aventi sede prevalentemente in Lombardia, e anche se l’analisi è il frutto di un punto di vista diverso da quello del tecnico di settore, speriamo di poter dare un contributo al dibattito in seno al settore delle costruzioni descrivendo brevemente quattro approcci, che abbiamo identificato come ‘tipici’, alla progettazione/realizzazione degli edifici.

L’indagine e i risultati

La nostra indagine di campo ci ha infatti consentito di osservare come gli attori del mondo dell’edilizia stiano rispondendo alla accresciuta complessità che li circonda, e che ha contraddistinto il periodo che va dall’inizio del nuovo millennio sino alla vigilia dello scoppio della pandemia di Covid-19, attraverso l’adozione di modelli di progettazione/realizzazione degli edifici che presentano significative differenze con riferimento ai temi dell’efficienza, della innovazione e della sostenibilità.

Di seguito il breve video di presentazione del Dott. Kalajzic dell’intervento a BetheGap 2021.